L’impatto della Blockchain

I 50 Miliardi di investimenti nel Fintech raggiunti nel 2015 testimoniano l’attenzione globale verso il settore e in questo scenario la Blockchain rappresenta la frontiera più avanzata, con 1 Miliardo d’investimenti tra il 2013 ed il 2015.

Tuttavia per comprendere questa tecnologia è necessario risalire al 2009, anno di nascita del Bitcoin, la cripto valuta che punta a disintermediare il sistema monetario. Basata su una soluzione peer-to-peer, il Bitcoin si basa su un database distribuito di computer che tiene traccia delle transazioni e sfrutta la crittografia. Ogni volta che si verifica uno scambio di Bitcoin, la rete verifica e certifica l’operazione registrandola in una catena di informazioni consultabile da chiunque, ma impossibile da violare.

La catena di blocchi, la Blockchain appunto, oggi viene implementata per scopi paralleli a quelli economici e slegati al Bitcoin, grazie alla sua intrinseca capacità di garantire la riservatezza e al tempo stesso certificare le transazioni, senza l’intervento di un terzo soggetto.

Con segnali che ricordano quelli alla nascita di Internet, appare sempre più chiaro che siamo di fronte ad una trasformazione che, nell’arco di pochi anni, ridefinirà tutti quegli ambiti in cui due o più soggetti si scambiano valore, sia questo sotto forma di titoli, beni o informazioni.

Sono 20 i Miliardi di Dollari che il sistema bancario potrebbe risparmiare, entro il 2022 grazie all’uso della Blockchain – il Sole 24 ore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi